I casinò online in Svizzera: l’atteso finale di un percorso tormentato

Nonostante quello che si potrebbe pensare, in Svizzera i casinò virtuale sono divenuti legali solo da poco tempo. Proprio in ossequio alla sua tradizione di sicurezza e legalità, il governo elvetico non ha guardato di buon occhio i casinò virtuali per lungo tempo, diversamente da altri Paesi. La situazione che si verificava infatti in terra elvetica era quella di una estrema apertura nei confronti dei casinò terrestri, presenti in numero di 24 per tutta la limitata superficie, ma una totale chiusura verso il gioco online.

I motivi dietro a questa precisa scelta sono abbastanza intuibili: quello elvetico è un terreno di caccia interessante per tutti, soprattutto per che opera online in maniera poco sicura e poco professionale. Purtroppo però non sempre i tentativi di proteggere i confini possono qualcosa quando si tratta di virtuale: i siti illegali di altri Paesi riuscivano in qualche modo sempre e penetrare le barriere difensive e i casinò virtuali erano divenuti in poco tempo molto più frequentati dagli Svizzere di quanto previsto. Dopo aver preso atto di questa realtà, il governo elvetico ha gradualmente – e molto cautamente – aperto ai casinò virtuali.

Se e in che modo è possibile giocare nei casinò virtuali in Svizzera?

Le prime novità in fatto di gioco virtuale sono arrivate nel 2017, quando il governo  elvetico ha reso legali i casinò online. Ovviamente con tutte le garanzie che ci si può aspettare da un governo noto per le sue misure di sicurezza e precisione.  La prima limitazione prevista dalla normativa elvetica è abbastanza netta: il gioco virtuale è ammesso solo se “made in CH”, quindi solo i casinò virtuali elvetici possono operare legalmente. Inutile specificare ulteriormente che i parametri per essere ammessi sono estremamente severi: la autorità elvetiche hanno predisposto rigorose misure di controllo a tutela dei giocatori.

Ultimamente è stata anche precisato in che termini la torta del gioco online può essere spartita tra i vari operatori svizzeri. Tra varie critiche e opposizioni, il governo ha deciso che l’autorizzazione potrà essere rilasciata solo a chi già opera con un casinò terrestre. Quindi solo i gestori dei casinò reali potranno dare inizio ad una corrispondente offerta sul web. La ratio di questa misura è stata soprattutto il venire incontro a quelle case da gioco che risentono particolarmente del flusso del turismo e che in alcuni periodi dell’anno sostengono molte spese a fronte di poche entrate.

E’ rimasta una costante del gioco effettuato nei casinò terrestri: i proventi derivanti dalle vincite non vengono tassati, a condizione che siano sotto la cifra del milione di franchi. In questo la Svizzera si allinea con Paesi come la Gan Bretagna, che esonerano le vincite dalle imposte.

Nonostante quello che si potrebbe pensare, in Svizzera i casinò virtuale sono divenuti legali solo da poco tempo. Proprio in ossequio alla sua tradizione di sicurezza e legalità, il governo elvetico non ha guardato di buon occhio i casinò virtuali per lungo tempo, diversamente da altri Paesi. La situazione che si verificava infatti in terra elvetica era quella di una estrema apertura nei confronti dei casinò terrestri, presenti in numero di 24 per tutta la limitata superficie, ma una totale chiusura verso il gioco online.

I motivi dietro a questa precisa scelta sono abbastanza intuibili: quello elvetico è un terreno di caccia interessante per tutti, soprattutto per che opera online in maniera poco sicura e poco professionale. Purtroppo però non sempre i tentativi di proteggere i confini possono qualcosa quando si tratta di virtuale: i siti illegali di altri Paesi riuscivano in qualche modo sempre e penetrare le barriere difensive e i casinò virtuali erano divenuti in poco tempo molto più frequentati dagli Svizzere di quanto previsto. Dopo aver preso atto di questa realtà, il governo elvetico ha gradualmente – e molto cautamente – aperto ai casinò virtuali.

Se e in che modo è possibile giocare nei casinò virtuali in Svizzera?

Le prime novità in fatto di gioco virtuale sono arrivate nel 2017, quando il governo  elvetico ha reso legali i casinò online. Ovviamente con tutte le garanzie che ci si può aspettare da un governo noto per le sue misure di sicurezza e precisione.  La prima limitazione prevista dalla normativa elvetica è abbastanza netta: il gioco virtuale è ammesso solo se “made in CH”, quindi solo i casinò virtuali elvetici possono operare legalmente. Inutile specificare ulteriormente che i parametri per essere ammessi sono estremamente severi: la autorità elvetiche hanno predisposto rigorose misure di controllo a tutela dei giocatori.

Ultimamente è stata anche precisato in che termini la torta del gioco online può essere spartita tra i vari operatori svizzeri. Tra varie critiche e opposizioni, il governo ha deciso che l’autorizzazione potrà essere rilasciata solo a chi già opera con un casinò terrestre. Quindi solo i gestori dei casinò reali potranno dare inizio ad una corrispondente offerta sul web. La ratio di questa misura è stata soprattutto il venire incontro a quelle case da gioco che risentono particolarmente del flusso del turismo e che in alcuni periodi dell’anno sostengono molte spese a fronte di poche entrate.

E’ rimasta una costante del gioco effettuato nei casinò terrestri: i proventi derivanti dalle vincite non vengono tassati, a condizione che siano sotto la cifra del milione di franchi. In questo la Svizzera si allinea con Paesi come la Gan Bretagna, che esonerano le vincite dalle imposte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *